ultime notizie:

Stabilimento Ilva Taranto, per la bonifica 146 mln

Ilva

Ilva

Per l’Ilva di Taranto in arrivo da parte dell’azienda 146 milioni di euro da destinare alla riqualificazione ambientale. A cui si aggiungeranno quelli che saranno messi in campo dal governo, a cui Vendola chiede uno sforzo il più generoso possibile: «Noi abbiamo fatto la nostra parte, l’esecutivo si impegni davvero nel fare la propria». Lo ha annunciato ieri il presidente del gruppo siderurgico, Bruno Ferrante, dalla città pugliese. Dove si è svolto l’incontro tecnico-istituzionale a cui hanno partecipato due ministri, Corrado Clini e Corrado Passera, più i rappresentanti degli enti locali e dell’Ilva e alcuni parlamentari tra cui Fitto e Latorre. Passera ha dichiarato: «Spegnere gli impianti sarebbe una scelta irrimediabile». Ma il governo cerca di evitare lo scontro con la magistratura sul caso Ilva. Potrebbe essere la Cassazione a risolvere la querelle giudiziaria. È solo l’ultima possibilità sul tavolo e anzi, più passa il tempo, più la voglia di usare quell’ultima carta sembra scemare. Lasciando l’incontro di Taranto i ministri Clini e Passera hanno spiegato che il conflitto di attribuzione davanti alla Corte costituzionale è solo l’ultima possibilità «nel caso in cui non si dovesse superare l’impasse».

Più probabile, invece, il ricorso in Cassazione da parte degli indagati e del presidente Bruno Ferrante. Il primo passaggio sarà ovviamente la valutazione da parte del Riesame dell’appello contro l’ultima ordinanza del gip Patrizia Todisco, quella che impone il blocco degli impianti. Su questa nuova decisione peserà il parere della Procura. E per questo i ministri hanno cercato di mettersi in contatto anche informalmente con gli inquirenti. L’ha spiegato lo stesso ministro dell’ambiente Corrado Clini che ieri ha detto di aver avuto «una conversazione telefonica con il procuratore della Repubblica di Taranto», che non era in città, e ha espressamente parlato di «convergenza nel merito» tra Governo e magistratura, «nello spirito della collaborazione che io credo sia inevitabile», ha sottolineato Clini.

Se quella strada non dovesse andare a buon fine, è possibile il ricorso in Cassazione. Visto che il gip ha dato una nuova interpretazione alla sua prima ordinanza, prima ancora di leggere le motivazioni della prima sentenza del Riesame, potrebbe essere interpellata la Corte di Cassazione a Sezioni Unite. Sempre al Palazzaccio, ma con un ricorso parallelo, potrebbe finire la disputa che riguarda la revoca di Bruno Ferrante dall’incarico di custode giudiziario degli impianti posti sotto sequestro che inizialmente gli era stato attribuito. La nomina di Ferrante era stata decisa direttamente dal tribunale del Riesame e dunque dovrebbe essere di competenza della Suprema Corte alla quale i legali del gruppo Riva cercheranno di far cogliere l’abnormità del provvedimento. La riunione di ieri e l’annuncio dei primi stanziamenti in arrivo sono stati giudicati un «buon inizio» da Cisl e Uil, ma non dalla Cgil.

Lascia un commento alla notizia


ultimissime notizie ilva, ultim\ora taranto e provincia

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis