ultime notizie:

Scontri di Chiomonte, caccia ai 300 black bloc

Scontri di Chiomonte

Scontri di Chiomonte

Non si chiuderà (probabilmente) con quattro arresti e una denuncia a piede libero la vicenda degli scontri di Chiomonte di domenica scorsa al cantiere della Tav, costati oltre 200 feriti tra le forze dell’ordine e altrettanti tra gli assalitori in più di sei ore di guerriglia nei boschi. Ci sono 300 black bloc al vaglio della questura, che in queste ore sta analizzando filmati e fotografie – «numeroso e copioso materiale» – per identificare e presentare alla magistratura «elementi certi» che incastrino gli altri «violenti che hanno lanciato di tutto contro le forze dell’ordine». Il capo della Digos Giuseppe Petronzi è chiaro: «Lavoriamo per individuare chi teneva in mano le armi, ma presenteremo nomi e dati all’autorità giudiziaria solo con elementi certi in mano». Sono decine nei filmati le persone vestite di scuro immortalate nel lanciare sassi, ferraglie e bombe carta contro le reti del cantiere e la polizia. Negli uffici della Digos sono stati sequestrati chili e chili di armi artigianali e non. Molotov costruite con bottiglie vuote di birra, bulloni a grappolo potenziati con petardi, estintori, mazze di ferro, roncole, sassi avvolti da stracci e fil di ferro pronti da incendiare. E ancora mortai, fatti con bastoni e in cima petardi, fionde a lunga gittata, scudi costruiti con legno e fogliame per mimetizzarsi nei boschi. Anche un mefisto collegato con il gas degli accendini. E taniche di ammoniaca. Queste ultime costituiscono «un po’ una novità nel modus operandi di questi individui», ha spiegato Petronzi. «Sono molto pericolose perché in grado di penetrare le maschere e gli strumenti di protezione dei poliziotti». Petronzi ha specificato che «stiamo parlando di ciò che hanno fatto circa 300 persone, non del movimento No Tav». I reati ipotizzati sono resistenza e violenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento. «Inoltre – ha ancora detto il capo della Digos – usiamo il termine black bloc riferito non a una categoria, ma a un modo di fare, a un atteggiamento estremamente violento». La questura ha smentito le accuse dei No Tav che hanno detto di aver visto sparare proiettili di gomma da parte delle forze dell’ordine: «Non li abbiamo in dotazione».

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis