ultime notizie:

Schettino intercettato, nave inclinata, sono sceso

Francesco Schettino

Francesco Schettino

Francesco Schettino durante una intercettazione telefonica si sfoga al cellulare: “mi hanno rotto il cazzo, passa là, passa là. La secca c’era e non era segnalata dagli strumenti che avevo e ci sono passato. Poi alla fine ho cercato di evitare conseguenze più grandi di quello che era successo, ma non ce l’ho fatta a liberarmi“. Dalla trascrizione della conversazioni risulterebbe che quell’inchino fu richiesto da un manager vicino a Costa Crociere: “per dar retta al manager, passa da lì…Non ci voglio andare più sulla nave; Fabrì, sono io che non lo voglio più, cambio vita, perché non la vedo tanto bene“. E una parte di una telefonata che Schettino fece all’amico Pietro a poche ore dal naufragio di Costa Concordia davanti all’Isola del Giglio. I pm avevano riempito di cimici la sala della caserma dei Carabinieri e lui non lo sapeva. Poi, di nuovo al cellulare. Parla con l’amico Albert. Schettino: “ho fatto, non so se definirla, un’imprudenza, ma comunque nei limiti della mia consapevolezza. Tutto quello che è successo dopo, l’ho fatto nel massimo della mia professionalità. Quando ho visto che la nave si inclinava, ho preso e sono sceso. Ora il mio tenore di vita cambierà, mi trovo con la testa sotto e con le gambe all’aria senza sapere nulla“.

I pm voglio ricostruire la dinamica dell’incidente e ascoltano i membri dell’equipaggio. Martino Pellegrini, safety officer sulla nave, risponde sulla presenza di guasti: “per quanto mi consta, il primo ufficiale non ha riscontrato alcuna anomalia alla partenza, dopo il check list“. Gli inquirenti poi interrogano il timoniere indonesiano Jacob Rusil per sapere se Schettino era sobrio: “non ho mai visto bere alcolici al comandante in plancia“. Sarà Pellegrini a fornire maggiori dettagli su quello che era accaduto nella plancia di comando: “c’era preoccupazione, ma non panico. Non c’era la comprensione piena di quello che era avvenuto e si stava cercando di capirlo. Ho sentito il comandante dire testualmente «Cazzo, non l’avevo visto!»“. Poi, conferma che Schettino chiamò con il cellulare il responsabile unità di crisi della Costa, Roberto Ferrarini, e aggiunge che dopo quella telefonata “Schettino esprimeva preoccupazione per aver fatto finire la nave sugli scogli e per le conseguenze sul suo lavoro e sulla possibilità di continuare a navigare“. E’ probabile che Ferrarini gli fece un cazziatone, tanto che il comandante era “alterato, gli tremava la voce, soprattutto negli ultimi istanti in cui l’ho visto prima di lasciare il ponte“. È il rapporto con Costa Crociere, le conseguenze del suo comportamento a influire sul comandante. Spiega Pellegrini: “non appariva comprendere la gravità della situazione e insisteva a contattare Ferrarini della compagnia, cui ha chiesto il numero di una società di rimorchio“.

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis