ultime notizie:

Penati e Vimercati, i pm rinunciano all’arresto

Giordano Vimercati

Giordano Vimercati

La Procura di Monza rinuncia alla richiesta di arresto per Filippo Penati e per il suo ex braccio destro Giordano Vimercati, indagati eccellenti nell’inchiesta sulle presunte tangenti nell’ex area Falck di Sesto San Giovanni. I pm Walter Mapelli e Franca Macchia lo hanno comunicato ieri al tribunale del Riesame: ritenendo che non sussistano più le esigenze cautelari, hanno accantonato l’appello contro l’ordinanza del gip che aveva respinto la richiesta di custodia cautelare per entrambi. Non significa che siano decadute le accuse: i magistrati, anzi, le considerano talmente solide che potrebbero chiedere per i due indagati il processo con rito immediato. Due i motivi che hanno indotto alla rinuncia all’appello: la presentazione spontanea di Penati e Vimercati per farsi interrogare e una «articolata ricostruzione dei fatti».

L’ex presidente della Provincia e il suo capo di gabinetto hanno risposto ai pm «senza limitarsi a generici dinieghi di responsabilità ma fornendo una propria articolata ricostruzione dei fatti», indicando «persone» e producendo documenti «a sostegno delle rispettive versioni» sulle quali sono ora in corso gli accertamenti. Inoltre, secondo gli inquirenti, le «scelte operative» dei due indagati ossia la loro sospensione o autosospensione dagli incarichi – e il tempo trascorso tra il deposito dell’appello al Riesame e l’udienza per discuterlo fissata per venerdì prossimo – «consentono di escludere il rischio di reiterazione del reato».

Per la Procura «non è più attuale o è fortemente ridimensionato il pericolo di inquinamento istruttorio» relativo alle sole imputazioni illustrate nella richiesta di misura cautelare del 24 giugno. Ieri intanto Nicoletta Sostaro, l’ex responsabile dello sportello unico per l’edilizia del Comune di Sesto indagata per corruzione, interrogata dai pm ha dato la sua versione in merito ai 95 mila euro versati in contanti sul suo conto da gennaio 2007 a dicembre 2009. Ha ammesso di aver preso il denaro, in particolare dall’architetto Marco Magni, precisando che si tratta di compensi «per consulenze fuori dall’orario di lavoro in qualità di libera professionista esperta di diritto urbanistico ed edilizio». © C.Gu.

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis