ultime notizie:

Patto Casalesi e mafia sui mercati ortofrutticoli

Mercato ortofrutticolo

Mercato ortofrutticolo

Al servizio della nuova mafia, testa di ponte in Sicilia e garante di un accordo commerciale che vede Cosa Nostra alle dipendenze dei Casalesi. Tutto per controllare rigidamente il trasporto su gomma almeno fino al mercato ortofrutticolo di Fondi. Tutto per utilizzare camion carichi di frutta e verdura e piazzali per lo stoccaggio dei prodotti quali basi logistiche per lo smistamento di armi da guerra arrivate in Sicilia e Calabria e destinata alla Campania e al Lazio. Nell’affare compaiono i rappresentanti di Cosa Nostra e della famiglia Schiavone: a partire dai capi, e cioè Gaetano Riina – il fratello di zu Totò – e Nicola Schiavone (nella foto sotto), il primo figlio del boss chiamato Sandokan. In appoggio, anche un rappresentante del clan Mallardo di Giugliano, Francesco Napolitano. Sono nove, in tutto, i destinatari dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip Pasqualina Paola Laviano, che ha integralmente accolto la richiesta dei pm antimafia Cesare Sirignano e Francesco Curcio, controfirmata dal coordinatore del pool anticasalesi Federico Cafiero de Raho. Provvedimenti eseguiti ieri pomeriggio dagli investigatori della Squadra mobile di Caserta e della Dia di Roma, che avevano già indagato (il processo, che si sta celebrando a Napoli con il rito abbreviato, è giunto alle battute finali) sul ruolo di Costantino Pagano e della Paganese Trasporti, società di collegamento tra le mafie del sud.

Tra i destinatari, per buona parte già detenuti per altri reati, oltre a Nicola Schiavone, Gaetano Riina e Francesco Napolitano, ci sono Francesco Del Vecchio, di san Cipriano d’Aversa; Patrizio Picardi di Sarno; Pasquale Coppola di Pollena Trocchia; Antonio e Massimo Sfraga, rispettivamente di Marsala e Mazara del Vallo; Carmelo Gagliano di Marsala. Rispondono di reati che vanno dall’associazione mafiosa al concorso esterno, reato contestato a Riina che viene indicato nello specifico come favoreggiatore dei Casalesi; dal traffico di armi all’illecita concorrenza per il controllo delle forniture nei mercati ortofrutticoli della Sicilia, della Campania e del Lazio. Le indagini, dicevamo, hanno confermato l’esistenza di una spartizione degli affari all’interno dei mercati ortofrutticoli da parte delle principali organizzazioni criminose del nostro Paese e il monopolio del settore dei trasporti su gomma da parte del clan dei Casalesi, alleato con la mafia siciliana. Entrambe le organizzazioni criminose traevano un rilevante vantaggio in termini di quote di mercato. © R.Cap.

Lascia un commento alla notizia


mercato ortofrutticolo

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis