ultime notizie:

Non gli porta l’acqua, picchia a morte la madre

Scampia

Scampia

Droga, disoccupazione, ambiente degradato, violento. È bastato un pretesto per colpire la madre, per scaraventarla a terra e per ucciderla a mani nude, al termine dell’ennesimo e ingiustificato travaso di bile. È così che la scorsa notte, il 28enne Ciro Ciccarelli ha ucciso la madre, la 52enne Anna Fiume: una donna perbene, amata e stimata da tutti, costretta ormai da anni a convivere con gli scatti di nervi del figlio. Via Ghisleri, Scampia, storia di sofferenze domestiche, dietro l’ultimo sacrificio compiuto da una donna: questa volta è stata uccisa una mamma, una signora separata dal marito (che era andato a vivere e lavorare lontano da Scampia), capace sempre e comunque di strappare un sorriso e un gesto di dolcezza a una normalità difficile, resa più faticosa dai problemi ai reni e al cuore. Ieri mattina, intorno alle quattro, il dramma: pare che Ciro abbia svegliato la madre per avere un bicchiere d’acqua e che dinanzi a un rifiuto lui l’avrebbe ammazzata a colpi di pugni e calci. Un crescendo di ansia, attacchi di panico, poi la rabbiosa reazione da parte di Ciro Ciccarelli: «Ho sete, portami un bicchiere d’acqua, il caldo, il caldo, possibile che solo tu non avverta il caldo?». Poi un diverbio, il litigio, l’omicidio. E la confessione dell’assassino, del figlio che ha divorato in pochi minuti la speranza di una vita normale di una mamma, di una donna. Ma c’è anche un’altra versione, complementare, per certi versi scontata, che riguarda la forsennata richiesta di soldi del 28enne, la caccia quotidiana ai soldi necessari per acquistare droga, cocaina in particolare. Eppure aveva provato a disintossicarsi, era stato in una comunità di recupero a San Patrignano, ma l’esperimento era evidentemente fallito. Arrestato dagli uomini del commissariato Scampia (agli ordini del primo dirigente Cristiano Tatarelli), ieri Ciro ha confessato. Ha pianto, ha chiesto della madre. Una donna esemplare, come la descrivono in tanti tra i vicini di casa e parenti accorsi sul posto. Di figli ne aveva tre: uno si era sposato ed era andato a vivere con la moglie; l’altra figlia, diplomata e studentessa modello, era andata a vivere con il padre, mentre ad Anna era rimasto il figlio Ciro, disoccupato, tossicodipendente, un ragazzo per molti versi ritenuto irrecuperabile. © L.D.G.

Lascia un commento alla notizia


cronache di napoli, napolitoday ultima ora

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis