No Tav Luca Abbà scala traliccio, cade folgorato

Luca Abbà

Luca Abbà

Il leader dei No Tav Luca Abbà come forma di protesta contra la recinzione dell’area del cantiere dell’alta velocità Torino Lione è salito su un traliccio della luce prendendo una scossa. Le sue condizioni di salute sono apparse abbastanza gravi per i sanitari che gli hanno prestato soccorso. L’uomo inavvertitamente arrampicandosi sul palo avrebbe toccato i fili della dell’alta tensione e sarebbe caduto da un’altezza di 10 metri – riportando fratture alle costole e allo sterno. Il militante No Tav è stato trasportato d’urgenza al CTO di Torino dove i medici dell’ospedale hanno fatto sapere che Abbà è in grado di muovere le gambe e ha preso conoscenza ma ha riportato una lesione interna con versamento con una vasta emorragia interna. La protesta doveva essere un monito contro gli espropri del terreno per allargare il cantiere di Chiomonte cominciato con 8 giorni di anticipo. Luca Abbà aveva comunicato la sera prima che sarebbero salito sul palo dell’alta tensione per tentare di rallentare i lavori e attirare l’attenzione della Val di Susa contro lo sgombero della baita che da mesi è diventato il punto di riferimento per i manifestanti No Tav. Alle nove di questa mattina Abbà inseguito dalle forze dell’ordine è salito ancora più sù e poi la scintilla. L’uomo è rimasto a terra per 15 minuti con un polmone perforato, diverse fratture e ustioni sul corpo. Secondo le ultime notizie trapelate dall’ospedale – Abbà sarebbe in coma. Alle 18.30 si terrà una conferenza stampa che fornirà maggiori dettagli sullo stato di salute del No Tav.

Lascia un commento alla notizia


luca abbà, no tav ultima ora, ultima ora no tav, luca abbà foto, luca abba\, ultime notizie luca abbà