ultime notizie:

Naufragio Costa Concordia, una bomba ecologica

Naufragio Costa Concordia

Naufragio Costa Concordia

Oltre alle 2400 tonnellate di nafta pesante, sulla Costa Concordia ci sono altri materiali dannosi per l’ambiente. Una nave moderna come quella in agonia sugli scogli del Giglio si muove con due tipi di combustibile: la nafta pesante, appunto, che utilizza quando è in navigazione, e la nafta normale. La nafta normale si deve utilizzare quando si entra nei porti e per le manovre di uscita dai porti. Questa doppia alimentazione è stata imposta per evitare che all’interno dei bacini portuali venga bruciato combustibile con una quantità di zolfo superiore allo 0,1% (nafta pesante, appunto). Si badi bene, però, il combustibile su una nave come la Costa Concordia non serve per far girare le eliche. Gli Azipod (tubi di acciaio con l’elica all’interno capaci di ruotare a 360 gradi) sono alimentati a energia elettrica. La nafta in buona sostanza serve per produrre l’energia elettrica, per mettere in moto grandi generatori di elettricità che oltre a fornire l’energia per far girare le eliche producono tutta l’elettricità necessaria su una vera e propria città galleggiante come una nave da crociera: dalle luci all’acqua calda, dai condizionatori alle cucine e così via. Questo tipo di alimentazione ha un vantaggio enorme soprattutto per quanto riguarda gli spazi: non ci sono gli assi delle eliche, non sono necessari gli invertitori, diminuiscono moltissimo le vibrazioni a tutto vantaggio della silenziosità di marcia e della facilità di manovra.

Gli Azipod, sostanzialmente, si possono manovrare con due joystick e non si hanno punti fermi, nel senso che anche per invertire la marcia avanti/indietro basta far girare i tubi che contengono le eliche che, invece, continuano a ruotare nello stesso verso. Per far andare questi meccanismi, però, sono necessari anche altri lubrificanti come l’olio idraulico e l’olio motore. Il primo serve per diminuire gli attriti in tutti i meccanismi idraulici, il secondo è utilizzato per lubrificare i motori che producono energia elettrica. Navi come la Costa Concordia normalmente imbarcano notevoli scorte di questi lubrificanti e anche di vernici (utilizzate per proteggere la carena e le paratie dall’aggressione della salsedine) che vengono stivati ad inizio di ogni crociera nei magazzini tecnici situati accanto agli apparati motori. Ci sono poi gli impianti industriali. Una nave con più di duemila cabine produce ogni giorno qualcosa come tremila lenzuola da lavare, asciugamani, teli, accappatoi, tovaglie utilizzate nelle sale da pranzo, divise, stracci, oltre a tutto il vestiario che normalmente viene mandato in lavanderia.

Gli impianti per lavare questa grande quantità di biancheria lavorano ininterrottamente di notte e di giorno e, quindi, consumano una notevole mole di detersivi. Anche in questo settore le scorte sono abbondanti: per ogni crociera si consumano tonnellate di sapone in lavanderia oltre a tutto quello che viene utilizzato nelle cucine per le lavastoviglie e nelle singole cabine. E a proposito di cucine, come dimenticare gli olii e i grassi stivati nella cambusa. C’è poi tutto l’apparato che riguarda l’incenerimento dei rifiuti. Oltre a una scrupolosa raccolta differenziata sulle navi viene anche direttamente distrutto tutto quanto non può essere stoccato e quindi scaricato nei porti. Generalmente lo scarico avviene in uno dei porti della crociera; in attesa di raggiungere quella destinazione è chiaro che plastica, carta, lattine metalliche prodotte dalla cucina vengono stoccate nei magazzini e in una situazione come quella della Costa Concordia possono diventare materiali pericolosi. Secondo la normativa internazionale ogni nave deve avere il cosiddetto «green passport», un documento su cui sono elencati tutti i materiali presenti a bordo e che sono riconosciuti come potenzialmente pericolosi. Un documento che deve accompagnare la nave durante tutto il suo ciclo di vita operativo e dove devono essere registrati anche tutti i cambiamenti, sia strutturali che di equipaggiamento, che dovessero essere intervenuti. © Antonino Pane

Lascia un commento alla notizia


azipod costa concordia, nafta pesante

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis