ultime notizie:

Inchiesta escort, oggi il fascicolo da Roma a Bari

Gianpaolo Tarantini

Gianpaolo Tarantini

Oggi, e comunque non oltre venti giorni, tempo massimo previsto dalla legge per confermare l’ordinanza di custodia cautelare a carico di Valter Lavitola. Probabilmente già oggi, per accelerare la decisione sulla libertà personale dell’imprenditore-editore-faccendiere riparato a Panama al primo tintinnio di manette, rinviando in Cassazione l’eventuale pretesa sulla titolarità del fascicolo processuale sul ruolo del premier Silvio Berlusconi nella dazione di denaro a Gianpaolo Tarantini e allo stesso Lavitola. Elargizione di complessivi ottocentomila euro sulla cui natura ancora sopravvivono le due interpretazioni offerte dalla Procura di Napoli: l’estorsione in danno al presidente del Consiglio, che radicherebbe la competenza del fascicolo a Roma (come ha stabilito il gip Amelia Primavera) oppure l’induzione a rendere false dichiarazioni all’autorità giudiziaria, che sposterebbe la stessa competenza a Bari (come ha deciso il collegio del Riesame). Ebbene, la Procura di Roma, a cui l’ufficio di Napoli ha trasmesso gli atti del processo in originale già la scorsa settimana, è chiamata a pronunciarsi al più presto già sul provvedimento cautelare a carico di Lavitola, confermato dal Riesame e che dovrà essere reiterato dal giudice naturale entro il 15 ottobre.

Informalmente, a Piazzale Clodio, è stato fatto sapere che nella giornata di oggi, dopo un ulteriore esame degli atti integrati dai documenti depositati al Riesame venerdì scorso, il fascicolo sarà inviato a Bari, che ha ricevuto invece una copia dello stesso fascicolo con allegata la decisione dei giudici del Riesame che radicano la competenza dell’indagine nel capoluogo pugliese. Ma le schermaglie procedurali, ossatura del processo che sarà, sono destinate a durare ancora a lungo. La Procura di Lecce potrebbe, alla fine, vincere la guerra della competenza, entrando nella partita per connessione. L’ufficio salentino, infatti, è titolare del fascicolo sul tentativo di insabbiare l’indagine sulle escort a Palazzo Grazioli denunciato dal pm Giuseppe Scelsi e oggetto di una verifica al Csm; il procedimento sinora ha portato all’iscrizione nel registo degli indagati per i reati di favoreggiamento, abuso d’ufficio e tentata violenza privata di Antonio Laudati, capo della Procura di Bari.

Ebbene, la Procura di Bari dovrà chiedere ai colleghi di Lecce se c’è connessione tra il fascicolo Berlusconi-Tarantini-Lavitola e quello su Laudati; e dovrà essere quest’ultima Procura a rispondere e a chiedere la trasmissione degli atti. Ma prima dovrà provvedere all’iscrizione nel registro degli indagati sia di Silvio Berlusconi, sia di Valter Lavitola, ipotizzando a loro carico il reato previsto dall’articolo 377 del codice penale, cioè l’induzione al mendacio. Le motivazione dei giudici del Riesame hanno lasciato aperta la strada anche all’ipotesi di induzione e favoreggiamento della prostituzione, reati ascrivibili allo stesso Berlusconi, avendo ritenuto che il premier fosse pienamente consapevole del fatto che le sue ospiti fossero prostitute pagate perché prendessero parte alle feste. © Rosaria Capacchione

Lascia un commento alla notizia

jennifer copping nude shakira pussy slip nude pics of jessica simpsons krysten ritter nude alison brie nude jessica chobot nude christie burke nude gabrielle union naked paula malcomson nude kate upton leaked naked pics kate upton fappening slutty swim suit sellena gomez the fappening chloe bridges the fappening ariana grande celeb jihad kristen bell naked jennifer lawrence fappening thefappening nude leaked photos cobie smulders nude pictures monika pietrasinska nude

cronaca di bari ultim\ora

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis