ultime notizie:

Inchiesta Enav, quelle fatture erano false

Enav

Enav

Ammette ancora una volta Marco Iannilli, il commercialista dominus dell’Arc Trade (la società che otteneva appalti senza gara da Enav e Selex) finito di nuovo in manette con l’accusa di false fatturazioni. Ieri, nel corso dell’interrogatorio di garanzia, l’indagato ha riconosciuto che le tre fatture contestate erano false, ossia emesse per lavori mai eseguiti e servivano per creare un fondo nero per Lorenzo Borgogni. «Gli 800mila euro erano destinati a Lorenzo Borgogni, responsabile delle relazioni istituzionali di Finmeccanica, che con quella somma avrebbe dovuto acquistare, nel 2009, una tenuta agricola in Toscana. L’acquisto – ha raccontato l’indagato assistito dall’avvocato Fabio Lattanzi – non andò in porto e il dirigente gli restituì la somma». A quel punto, sempre secondo Iannilli, sarebbe intervenuto Lorenzo Cola, chesi sarebbe fatto riconsegnare gli 800mila euro per restituirli a Borgogni. Iannilli ha precisato di non sapere se poi il denaro sia effettivamente tornato nella disponibilità del dirigente di Finmeccanica. Ha respinto invece tutte le accuse Manlio Fiore, direttore commerciale della Selex, accusato di frode fiscale: «Non mi sono mai occupato del contratto relativo a lavori di Selex in Qatar. Mai fatto false fatture ne mi sono occupato di sovrafatturazioni». L’ipotesi del pm Paolo Ielo si riferisce a tre fatture per circa un milione e cento mila euro, relative a lavori mai eseguiti in Qatar. I difensori dell’indagato, Gianluca Tognozzi e Vittorio Virga hanno spiegato che tutto è stato chiarito e valuteranno adesso se ricorrere al Tribunale del Riesame.

Lascia un commento alla notizia


YouTube Paolo Ielo

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis