ultime notizie:

Holy War scheda gli ebrei per cognome e città

Holy War

Holy War

Già nel febbraio scorso, il sito «Holy War», insieme a un altro portale neonazista, «Stormfront», era finito nel mirino delle forze dell’ordine dopo aver pubblicato nella Rete un’altra lista, in cui erano riportati 78 cognomi di pisani ebrei. Alcuni deputati del Pd chiesero l’oscuramento del sito e la denuncia degli autori in un’interrogazione al ministro dell’Interno. Tre mesi fa poi, la lista di nomi di esponenti della comunità ebraica romana. Molto simile a «Holy War» è il forum neonazista «Stormfront», anche questo è stato ripetutamente nel mirino delle forze dell’ordine (i suoi server sono localizzati in Florida). Oltre ad aver pubblicato più volte gli elenchi di ebrei italiani influenti nel mondo accademico, in quello della politica, del giornalismo, dello spettacolo, i «partecipanti» sono noti nel web per i loro commenti antisemiti che non hanno evitato neanche in occasione di eventi drammatici come per esempio i fatti di Tolosa. Ma le indagini non sono bastate a frenare la propaganda antisemita condotta dalle pagine web di «Holy War», che anzi pare aver ampliato i suoi elenchi, fornendo indicazioni per individuare gli ebrei e le famiglie di origine ebraica residenti in Italia, zone comprese. Se non è una «caccia all’ebreo» quella a cui ci si trova davanti, è qualcosa di molto simile. La procura di Roma ha fatto sapere di aver aperto un fascicolo sulla lista dei 163 professori ebrei presenti in 26 università italiane definiti da Holy Wa “molto pericolosi” e collaboratori dell’intelligence israeliana. L’inchiesta è stata affidata a pm Luca Tescaroli che procederà per istigazione all’odio razziale sulla base di un’informativa della Digos.

Lascia un commento alla notizia


ebrei famosi, fornero ebrea, musy ebreo, ebrei italiani famosi

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis