ultime notizie:

Guido Bertolaso, chiesto il rinvio a giudizio

Guido Bertolaso

Guido Bertolaso

Hanno descritto una «cricca» in cui il costruttore Diego Anenome aveva a libro paga numerosi funzionari pubblici per gestire illecitamente a suo favore alcuni dei maggiori appalti per i Grandi eventi sotto il controllo del Dipartimento per lo sviluppo e la competitività del turismo, i pm di Perugia che ieri hanno ribadito al gup la loro richiesta di rinviare a giudizio 19 tra funzionari pubblici, imprenditori, liberi professionisti e 11 società per illeciti amministrativi in relazione ai reati contestati. Un «sistema gelatinoso» hanno detto i magistrati Sergio Sottani e Alessia Tavarnesi richiamando una delle prime intercettazioni dell’indagine partita dalla procura di Firenze e poi trasferita a Perugia per competenza dopo il coinvolgimento dell’allora procuratore aggiunto di Roma Achille Toro (nel frattempo ha patteggiato 8 mesi). Che godeva di una sorta di protezione da parte di Guido Bertolaso che guidava la protezione civile. Ma durante una pausa dell’udienza, Bertolaso ha parlato della «volontà di distruggere una realtà apprezzata da tutti e che all’estero si è fatta onore».

Per i pm, invece, negli appalti per le opere dei Grandi eventi – dal G8 che doveva tenersi alla Maddalena ai lavori per i 150 anni dell’Unità d’Italia – si è assistito a una compravendita illecita della discrezionalità amministrativa. Un sistema nato, per l’accusa, grazie al rapporto tra Anemone – per i pm il «golden boy» dell’imprenditoria -, e Angelo Balducci, già presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici e ora in pensione.Per i magistrati le prove dell’illecita aggiudicazione di appalti alle imprese del costruttore sono in intercettazioni, file trovati nel pc della segretaria del costruttore e documenti da cui emerge una «sistematica violazione delle regole» nella gestione dei Grandi eventi».

Per i pm, i funzionari coinvolti ricevevano in cambio dal coinvolgimento in operazioni immobiliari a prestazioni sessuali. Tre ore di requisitoria a cui ha assistito Bertolaso che nel pomeriggio ha lasciato l’aula infastidito dalle accuse. La sua difesa parlerà mercoledì quando l’ex capo della protezione civile potrebbe dare una dichiarazione spontanea. Quello che ieri in aula ha fatto l’ex provveditore alle opere pubbliche della Toscana Fabio De Santis, ribadendo la correttezza del proprio operato. Balducci ha invece ottenuto di essere interrogato. L’ex presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici ha difeso il suo lavoro, non ha negato l’amicizia con Anemone ma con lui – ha detto – rapporti «sempre corretti». Sabato deciderà il gup.

Lascia un commento alla notizia


the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis