ultime notizie:

Diritti tv Mediatrade, processate Berlusconi

Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

C’è una nuova richiesta di rinvio a giudizio per Silvio Berlusconi, frutto del filone romano dell’inchiesta Mediatrade. Ma questa volta è davvero difficile che l’ex presidente del Consiglio vada davvero a giudizio. Un po’ perché la prescrizione è dietro l’angolo, un po’ – ma forse soprattutto – perché nell’analoga vicenda milanese, il gup ha deciso di proscioglierlo visto che dall’indagine svolta non emergevano elementi che potessero dimostrare che «abbia concretamente esercitato poteri di fatto sulla gestione di Mediaset, anche sotto forma di semplici direttive». La richiesta inviata ieri al gup dai pm romani Pierfilippo Laviani e Barbara Sargenti riguarda Berlusconi, il figlio Piersilvio e dieci tra dirigenti Fininvest e mediatori di diritti tv, tra i quali il produttore Frank Agrama. Per tutti, l’accusa è di evasione fiscale e violazione delle norme tributarie, riferita alla compravendita di diritti televisivi contabilizzati tra il 2004 e il 2005, periodo durante il quale Fininvest-Rti aveva trasferito la propria sede legale a Roma. La prescrizione scatta ad aprile 2012 per il primo anno e dodici mesi dopo per il 2005. Agli imputati vengono contestati i reati di evasione fiscale e di violazione delle norme tributarie. Nel complesso la frode del «periodo romano» ammonterebbe a circa dieci milioni di euro.

Lascia un commento alla notizia


barbara sargenti

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis