ultime notizie:

Attentato Brindisi, altre immagini sull’attentatore

Attentato alla scuola di Brindisi

Attentato alla scuola di Brindisi

Forse ci sono altri filmati che mostrano l’assassino di Brindisi; gli inquirenti sarebbero riusciti a mantenerli riservati. Ad affermarlo è Angelo Rampino, il preside della Morvillo Falcone, la scuola davanti a cui sabato scorso una bomba ha ucciso Melissa Bassi. “Ci sono altre immagini, riprese da altre telecamere nel quartiere», ha detto ieri mattina. I fotogrammi, che documenterebbero l’arco di tempo precedente all’esplosione, sono stati mostrati dagli investigatori a Rampino. Il preside ha riferito di non riconoscere la persona che vi compare. Poche ore più tardi Cataldo Motta, il procuratore della Repubblica che da Lecce coordina l’inchiesta, ha negato: «Non esistono altri video». Naturalmente, potrebbe trattarsi di una doverosa smentita d’ufficio.

Veronica Capodieci, la più grave delle ragazze ferite accanto a Melissa, è stata trasferita ieri mattina dall’ospedale di Lecce a Pisa, su un aereo di Stato: ha bisogno di essere assistita contemporaneamente da due équipes specializzate, una in chirurgia toracica, l’altra in grandi ustioni. La prognosi rimane riservata, ma lo spostamento è di per sé un segnale positivo, significa che le condizioni della paziente le hanno consentito di affrontarlo. A Pisa inizierà la fase di ricostruzione dei tessuti martoriati dallo scoppio.

In attesa di un piano nazionale per la sicurezza delle scuole, gli ingressi di molti istituti superiori di Brindisi saranno presto sorvegliati da telecamere. L’iniziativa è del presidente della provincia, Massimo Ferrarese, che ha stanziato un milione «soprattutto per dare tranquillità agli studenti e alle loro famiglie». Questa sera, ancora un corteo per Melissa, dalla sua scuola al Duomo, organizzato dalla diocesi. Magliette bianche, torce o candele, «assoluto silenzio». Ma l’attesa è soprattutto per la manifestazione nazionale degli studenti, convocata a Brindisi per domani pomeriggio.

«Ho apprezzato quei giornalisti che hanno reso pubblica la foto oscurandone il viso: bisogna far lavorare gli investigatori: la comunicazione non può sostituire indagini». Lo ha detto il ministro della Giustizia Paola Severino a Otto e mezzo rispondendo a una domanda sull’attentato a Brindisi e la diffusione del video. «Ricordo che c’è un reato: rivelazione del segreto delle indagini. Voglio fare un richiamo forte a questi valori: certe norme servono a tutelare le indagini, che non possono non essere collettive». Intanto ierri un pericoloso effetto emulazione a Roma. Difficile che la mafia mandi sms e si autodefinisca «mafia» in un messaggio in cui si minaccia di far esplodere una bomba in una scuola. Ma considerando il clima dopo l’attentato di Brindisi, l’allarme della preside che ha ricevuto l’avvertimento sul proprio cellulare ha portato la polizia al liceo romano Lucrezio Caro. Durante l’ispezione notturna non è uscito fuori nulla di strano, a parte della colla nella serratura di un cancello di ingresso, e le lezioni oggi si sono svolte regolarmente. Sull’episodio indaga la Digos, e ora è caccia al mitomane. «Falcone vent’anni fa è morto, Melissa ha fatto la stessa fine, la mafia non si limiterà a una bombola di gas».

Lascia un commento alla notizia

sara jean underwood nude 2016 beyonce nude emmy rossum ass candice swanepoel nude kiley jenner nude ebonee davis nude nude selena gomez roxi keogh celebrities hairy pussy shay mitchell leaked bryce dallas howard fappening emma stone camel toe jennifer weist nude giselle tits callie hernandez nude nina dobrey nude sara mills nude mary elizabeth nude jennifer love hewitt leaked katy perry has sex

pisa notizie ultima ora, ultim\ora lecce, angelo rampino

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis