ultime notizie:

Arrestato Samuele Piccolo, consigliere Pdl

Samuele Piccolo

Samuele Piccolo

Bufera in Campidoglio, è stato arrestato il vicepresidente del Consiglio comunale Samuele Piccolo. Classe 1981, l’enfant prodige dalla faccia pulita. Così appariva dai manifesti 6×3 Samuele Piccolo durante la campagna per le amministrative del 2006. Nessuno lo conosceva a Roma, eppure guadagnò oltre 8.000 preferenze, portandole in casa An. Ma l’exploit vero arrivò nel 2008 con Gianni Alemanno sindaco. Dal suo quartier generale a Torbellamonaca, Piccolo, candidato Pdl, attivò un call center che martellava i cittadini con sondaggi e sms. La risposta arrivò con 12 mila preferenze. Da enfant prodige della politica agli arresti domiciliari: un brusco salto indietro per il pdl Piccolo, uomo dalle 12 mila preferenze elettorali. Nella mattinata di ieri il Nucleo tributario della Guardia di Finanza gli ha consegnato un’ordinanza di custodia cautelare contestandogli l’associazione per delinquere, il finanziamento illecito ai partiti e l’appropriazione indebita. Ma il provvedimento ha riguardato anche diversi altri componenti della sua famiglia e, in particolare, il fratello Massimiliano che è finito nel carcere di Rebibbia per gli stessi reati. Ai domiciliari anche il padre. Secondo i pm, Piccolo avrebbe frodato il fisco, convogliando denaro nella sua campagna elettorale grazie al fattivo «aiuto» del fratello e del padre Raffaele.

Ieri mattina il Nucleo tributario della Guardia di finanza, comandato dal generale Virginio Pomponi, si è presentato in Campidoglio per perquisire l’ufficio del vice presidente e ha portato via computer e documentazione. Mentre Massimiliano è rientrato da fuori Roma e si è consegnato a Rebibbia, accompagnato dall’avvocato Luca Petrucci, lo stesso difensore dell’ex tesoriere della Margherita, Luigi Lusi. Gli inquirenti contestano a Samuele Piccolo tre diversi episodi di finanziamento illecito con riferimento all’ultima campagna elettorale amministrativa. Si tratta di cene elettorali e anche l’organizzazione dei call center per il cui allestimento sarebbero stati sottratti al fisco 122 mila euro. Una cifra totale che, comunque, tra finanziamenti ai partiti ed evasione fiscale viene ipotizzata sui 187 mila euro. Le Fiamme gialle hanno sequestrato anche 2 milioni di euro a Massimiliano, perché – secondo i pm – il denaro sarebbe frutto di reati fiscali. Sono stati messi i sigilli al 50 per cento delle quote di una società immobiliare, in quanto i crediti fittizi dell’Iva venivano investiti dai Piccolo per l’acquisto di case.

L’inchiesta sui Piccolo da parte dei pm Paolo Ielo, Barbara Sargenti e Mario Palazzi colpisce una figura di spicco del mondo politico capitolino, punta di diamante del Pdl (che però ieri lo ha subito sospeso) e che ha scatenato accese polemiche con richiesta di dimissioni di Piccolo da parte delle opposizioni. Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, commenta così: «Ho fiducia nella magistratura, è una vicenda molto brutta». I pm nell’ordinanza descrivono una sorta di holding criminale dedita sì all’arricchimento ma anche alla scalata politica. «La notizia sull’arresto di Piccolo – hanno dichiarato Umberto Marroni, capogruppo Pd, e Gemma Azuni, capogruppo di Sel – getta l’ennesima ombra inquietante sull’amministrazione Alemanno. Chiediamo che sia fatta piena luce sulla vicenda e di verificare se siano intercorsi rapporti tra le società della famiglia Piccolo e il Comune di Roma. Pur nella presunzione di innocenza appare opportuno che il consigliere Piccolo, in attesa del svolgimento del procedimento della magistratura, si dimetta immediatamente almeno dalla carica vicepresidente dell’assemblea capitolina al fine di tutelare l’istituzione».

Lascia un commento alla notizia


ultim\ora roma, ultimora roma, roma news cronaca, ultim\ora cronaca di roma, ultim\ora cronaca roma, virginio pomponi

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis