ultime notizie:

A Milano nascono solo 12mila bebè all’anno

Cristina Tajani

Cristina Tajani

Nella Milano del 1880 il numero delle nascite era più o meno quello di oggi: allora circa 10 mila, attualmente 12mila, quanto i decessi. Solo che alla fine dell’Ottocento in città vivevano 305mila abitanti contro il milione e mezzo di oggi. I dati sono stati diffusi dal Comune in occasione della Giornata nazionale della Statistica che si terrà domani. Il minimo storico delle nascite è stato toccato comprensibilmente negli anni delle due guerre mondiali (dal 1914 al 1918 sono calate da 13 mila a 7 mila, dal 1938 al ’45 da 18 mila a 13 mila). Esclusi questi due periodi, il minimo è stato raggiunto nel 1994 (9.500 neonati contro 14mila decessi) mentre il boom è avvenuto negli anni Sessanta: 27 mila nascite nel 1964, ben 9mila più dei decessi. Da allora hanno iniziato a diminuire sensibilmente, finché nel 1976, sono diventate minori dei decessi. Dagli anni ’70 a oggi il saldo naturale (nascite meno morti) è stato sempre negativo e i picchi sono sempre stati dovuti agli stranieri. Del resto negli ultimi 40 anni il numero degli immigrati è cresciuto di oltre 11 volte e oggi i residenti sono 236mila. Curioso anche andare a controllare com’è cambiata la provenienza degli stranieri milanesi: nel 1983 una delle comunità più nutrite era quella degli svizzeri, con 2.294 persone, oggi ridotte a 816 contro i 37mila filippini, i cittadini extra Ue più numerosi in città insieme agli egiziani (24.000).

Tornando alle nascite, sono poche ma sempre più spesso gemellari. I numeri rivelano che nel XXI secolo ogni mille parti, 15/20 sono gemellari, il che significa che ogni cento neonati, 3 o 4 sono gemelli. Negli ultimi 30 anni i il numero di doppie nascite è raddoppiato per non parlare dei parti trigemini, uno ogni 10mila nascite negli anni ’70, evento rarissimo. Oggi, invece, in oltre un parto ogni mille vengono alla luce tre fratellini.

«In questo caso i numeri spiegano che è grazie alla tecnologia, all’inseminazione in vitro che nascono tante coppie di gemelli – spiega l’assessore al Lavoro Cristina Tajani -. La statistica ci permette di mettere in relazione fenomeni sociali ed economici con le scelte della politica, in questo caso la Legge 40 per l’inseminazione in vitro, ed eventualmente di migliorare l’azione di governo». © C.Prazzoli

Lascia un commento alla notizia


ULTIMA CRONACA MILANO, ultime notizie cronaca milano

the fappening is a new blog-style release of the latest Fappening content. LEaked Celebrity photos kate upton nude kate upton nudeviagra vs cialis